Fisiopatologia della Riproduzione

Ciascuna paziente afferente presso il centro viene inquadrata a 360 gradi attraverso lo studio non solo della funzionalità dell’asse ipotalamo-ipofisario ma anche di altre ghiandole che se malfunzionanti possono impattare negativamente sulla funzionalità ovarica e di conseguenza sulla ciclicità mestruale (tiroide, surrene, pancreas). 

Laddove necessario è possibile effettuare ulteriori esami ematochimici e strumentali al fine di escludere patologie caratterizzate da irregolarità del ciclo mestruale ed infertilità tra cui: Sindrome dell’Ovaio Policistico, Cushing, ipotiroidismo, ipertiroidismo, deficit di 21-idrossilasi, neoplasie surrenaliche ormono-secernenti, malattie genetiche e malformative, ecc.

La presenza di riscontri anamnestici indicativi di aborto ricorrente e/o familiarità per patologia tromboembolica potrebbe rendere necessario l’esecuzione di specifici esami ematochimici per la valutazione di coagulopatie, patologie autoimmuni, genetiche, ecc.

Gallery Fotografica